Blog
1868-2018: i 150 anni di IWC.
IWC sgm

1868-2018: i 150 anni di IWC.

IWC celebra quest’anno i suoi 150 anni di storia presentando una collezione speciale di ben 27 modelli dedicati a questo anniversario.

Di solito le case orologiaie celebrano questi anniversari con la realizzazione di un unico modello, particolarmente significativo e magari declinato nelle varie soluzioni di materiali, acciaio, oro e platino. IWC ha invece creato una collezione intera, praticamente “doppiando” la collezione standard e realizzando le versioni “anniversario” di quasi tutti i modelli in gamma: Portoghese, Portofino, Da Vinci e Pilot Watches, ovviamente caratterizzati da personalizzazioni e prodotti in serie limitata.

La personalizzazione più caratteristica è la scelta dei quadranti, proposti sempre in due colori, bianco e blu, che sono laccati, con un procedimento che prevede l’applicazione di più strati di lacca, da sette a dodici, a seconda dei modelli. La laccatura richiama i quadranti smaltati degli orologi prodotti a fine 800 e primi 900, ma rispetto allo smalto è più resistente e durevole nel tempo.

I calibri dei modelli celebrativi sono in alcuni casi i medesimi dei corrispondenti modelli di serie,  dove i fondelli sono a vista sono decorati con un punzone in oro con il logo del 150°, in altri casi ci sono dei calibri di manifattura ed anche complicazioni di grande livello, come  il Tourbillon con meccanismo di forza costante del Portoghese in platino IW590202 (quadrante bianco) e IW590203 (blu) prodotti in soli 15 esemplari per ognuno, prezzo di listino €. 259.000,00.

Molto affascinante il Tribute to Pallweber, con indicazione digitale delle ore e dei minuti, senza lancette, come gli orologi da tasca Pallweber del 1884 che venivano definiti  “ a saltarello”. Anche in questo caso piccoli numeri per la produzione, naturalmente, 25 in platino 250 in oro rosso e 500 in acciaio, prezzi  rispettivamente di €. 59.100,00, 37.400,00 e 23.600,00.

Ma tra tutti, secondo me il più interessante, in una ottica di un acquisto “possibile” è il Portoghese Chrono Automatico in acciaio, IW371601 (blu) e IW371602 (bianco). In queste edizioni da 2.000 pezzi limitati per ciascuna referenza.  L’iconico orologio di IWC monta, direi finalmente, un calibro di Manifattura, a differenza del suo omologo in normale gamma, il più venduto della Marca di Shaffausen, che monta un movimento di derivazione “commerciale”, modificato e migliorato in alcuni dettagli da IWC,  questo Portoghese dei  150 anni è animato da un calibro cronografico con 46 ore di autonomia e dispositivo di arresto sulla lancetta dei piccoli secondi, il sistema di ricarica automatica dispone dei cricchetti per la ricarica bidirezionale Pellaton,  il fondello, a differenza del modello di serie che lo ha cieco, è con vetro zaffiro per poter ammirare la meccanica veramente ben rifinita. Il prezzo è di soli €. 300 maggiore rispetto al Portoghese Chrono automatico di serie, €. 8.000,00 contro €. 7.700,00, ma il value-for-money è infinitamente più alto. Il vero problema è che nei negozi ne arriveranno pochissimi pezzi, almeno in Italia, io ne riceverò solamente un pezzo con quadrante bianco ed uno con quadrante blu, già “promessi” a due miei affezionati clienti.

Il mio auspicio è che IWC decida di montare sul Portoghese Chrono Automatico di normale gamma il calibro di questo limited, perché francamente sarebbe molto più coerente con la tradizione della Marca, che peraltro negli ultimi anni ha decisamente accresciuto il proprio patrimonio di dotazione di calibri autocostruiti, non vedo perché, a parte ottimizzare gli utili, proprio Il Portoghese Chrono debba avere ancora una meccanica di derivazione commerciale, vedremo cosa ci proporranno al prossimo Salone dell’Alta Orologeria di Ginevra a Gennaio 2019.