Blog
Jaeger LeCoultre Reverso
reverso sgm

Jaeger LeCoultre Reverso

Il 4 marzo 1931 viene registrato il brevetto di un orologio con la cassa ribaltabile sulla slitta che funge da supporto per la cassa stessa. E’ l’atto di nascita di una icona intramontabile dell’orologeria e dello stile in generale: Reverso di Jaeger LeCoultre.

La richiesta da cui nasce l’orologio proviene dalle forze armate inglesi, ma non per esigenze belliche, bensì per  un orologio da poter utilizzare durante le partite di polo, sport amatissimo fagli inglesi ed a cui dedicavano molto tempo gli ufficiali di stanza nelle colonie indiane, dove le attività militari erano di fatto inesistenti. La soluzione per proteggere il fragile vetro dagli urti fu quella di ribaltare la cassa ed esporre ai potenziali urti la parte metallica del fondello.

L’equilibrio stilistico, la unicità reversibilità e la classe innata dell’orologio lo proiettarono subito al di fuori del ristretto alveo degli appassionati del gioco del polo, facendo diventare nel corso dei decenni il Raverso un oggetto desiderato e famoso a tal punto da poter essere considerato quasi come un Brand a sé, essendo il nome Reverso di fatto più noto della stessa Marca che lo produceva, situazione favorita anche dalla scelta, nei primi esemplari,  di riportare sul quadrante solo la scritta “Reverso” e non anche il nome del la Maison. D’altronde Jaeger LeCoultre era una manifattura che viveva e proliferava producendo calibri sublimi con piccole e grandi complicazioni per conto di altre case già famose e questo era un business così redditizio che la casa riteneva non essere importante promuovere il proprio marchio, anzi deliberatamente teneva un basso profilo, per non danneggiare il proprio rapporto di fornitura con le prestigiosissime marche proprie clienti.

Nel corso dei decenni e fino ai nostri giorni il Reverso è stato proposto in una grandissima varietà di misure e varianti, ma rimanendo sempre fedele al suo disegno originario, ed oggi è,  a quasi cento anni dalla sua nascita,  uno degli orologi più desiderati al mondo, anche se forse non tutti sanno che se è così, il merito è degli italiani:

negli anni ’80 del secolo scorso Jaeger LeCoultre ne aveva deciso la fine della produzione, ma l’importatore per l’Italia insistette perché fosse mantenuta una linea di produzione per una qualche decina di pezzi all’anno solo per i propri clienti che continuavano ad avere richieste. Grazie a questa richiesta il Reverso ha continuato ad essere prodotto in pochi esemplari per qualche anno e solo per l’Italia, fino a che nel 1992 si decise il rilancio del modello con il lancio della misura “Grande Taille” più adeguata ai tempi moderni, che ne decretò il nuovo e sempre crescente successo sui mercati internazionali.