Blog
Officine Panerai – Storia del Brand
01-Post_IstaFace_1080x1080_Mangiacarne_Brand

Officine Panerai – Storia del Brand

Orologi Panerai: Design Italiano, Tecnologia Svizzera e Passione per il Mare.

Estratto dal Video

Buongiorno amici siamo oggi nella nostra saletta dedicata all’orologeria e in particolare volevo raccontarvi la storia di questo marchio eccezionale Officine Panerai.


Officine Panerai è un marchio italiano, è una storia davvero interessante da raccontare perché è una storia unica, fin dalla fine dell’800 nel cuore di Firenze a ponte alle Grazie la famiglia Panerai possiede una piccola officina meccanica, Panerai è ricco di inventiva e produce una serie di strumenti che diventano strumenti essenziali per l’esercito italiano per la Marina Militare italiana.

Panerai progetta inventa una serie di strumenti, quali puntatori per per i cannoni, bussole, tutte attrezzature essenziali proprio per la Marina in particolare.

Contestualmente la famiglia Panerai a Firenze possiede nella centralissima piazza del Duomo, un negozio di orologeria molto importante che si occupa e rappresenta moltissimi marchi orologiai dell’epoca molto importanti e fa anche l’assistenza.

Quello che avviene è che intorno agli anni Trenta il principe Junio Valerio Borghese, il comandante della pattuglia di incursori della Marina Militare Italiana la leggendaria Decima MAS, decide che è necessario dotare i propri uomini, i leggendari uomini Rana della Decima MAS di uno strumento segnatempo ovviamente impermeabile ma che avesse la particolarità di una grande visibilità al buio.

Dovete sapere che una delle invenzioni più importanti di Panerai era il radiomir c’è un materiale luminescente estremamente potente, nulla del genere era presente sul mercato all’epoca, e con questo materiale Panerai smaltava le scale millimetrate dei puntatori dei Cannoni sulle navi della Marina Militare italiana e in questo modo il cannoniere leggeva perfettamente la scala millimetrata senza aver bisogno dell’ausilio di una luce supplementare che sarebbe stato un problema.

Allora l’idea fu quella praticamente di utilizzare questo materiale sui quadranti degli orologi, Panerai non fece altro che creare dal nulla un orologio per gli incursori della Marina Militare Italiana utilizzando dei materiali dei ricambi che si trovavano nel laboratorio del servizio assistenza del suo negozio di orologeria.

Utilizzò una particolare cassa con questa forma a cuscino, questo che stiamo prendendo adesso dalla nostra Vetrina è proprio un modello, chiaramente di produzione attuale, ad avercene di quelle originali, del valore veramente inestimabile, questa forma particolare a cuscino è una cassa di origine Rolex e creò un quadrante molto particolare strutturato con un sandwich potete forse apprezzarlo guardando questo orologio, il quadrante sostanzialmente si compone di due dischi sovrapposti, il disco superiore presenta delle trasformazioni dove si leggono i numeri e gli indici, e al di sotto il disco inferiore di questo sandwich è un disco di ottone che veniva smaltato manualmente con questa pasta luminescente appunto chiamata radiomir.

L’effetto era veramente eccezionale perché il radiomir esposto prima di essere utilizzato in condizioni di buio quindi profondità, esposto prima a una qualunque fonte luminosa, il materiale si eccita e restituisce per diverse ore una luminescenza incredibile.

Le meccaniche erano particolarmente robuste, di pregio, l’impermeabilità era qualche cosa di superiore a tutto quello che si trovava all’epoca normalmente in commercio e questi orologi venivano assemblati prodotti da Panerai proprio per la Marina Militare Italiana, è una storia veramente affascinante da raccontare.

Dovete sapere che la Panerai di Firenze dal 1930 circa fino a tutto il 1997 non ha mai venduto un orologio sul libero mercato, la produzione era esclusivamente dedicata alla Marina Militare Italiana essenzialmente e qualche esemplare ad alcune Marine Militari di altri Paesi.

Solamente dal 1998 in poi comincia la produzione commerciale della Officina Panerai, ma è una produzione ancora molto limitata, gli orologi sono tutti numerati e millesimati e la grandezza di Panerai di oggi è quella di continuare a produrre i propri segnatempo rispettando in maniera fedelissima i progetti originali di Officine Panerai e le soluzioni tecniche che li hanno resi unici. In particolare questo orologio ha un meccanismo a carica manuale, come quelli dell’epoca, con una capacità di carica di ben 8 giorni.

L’orologio mostra la sua meccanica orgogliosamente, una meccanica di manifatture con una indicazione della riserva di carica nascosta qui nel fondello, quindi bisogna girare l’orologio per vedere quanta autonomia ha.

Si tratta veramente di un oggetto unico, forse un caso assolutamente unico di un orologio che ha vissuto la storia con la s maiuscola, la storia vera fatta dagli eroi.