Blog
Speedmaster Racing – OMEGA
20-Post_IstaFace_1080x1080_Mangiacarne

Speedmaster Racing – OMEGA

Questo Speedmaster Racing Master Chronometer presenta un bracciale in acciaio inossidabile e una cassa da 44,25 mm dello stesso materiale, con lunetta in ceramica nera che include la famosa scala tachimetrica in Liquidmetal™.
Il quadrante nero è caratterizzato da una peculiare minuteria Racing che dà il nome all’orologio.

Estratto dal Video

Voglio parlarvi oggi di una versione del famosissimo e leggendario Speedmaster, lo Speedmaster di ultima generazione: Speedmaster Racing 2 contatori.


L’estetica è assolutamente quella che conosciamo dello Speedmaster Moonwatch a carica manuale, la cassa è cresciuta di 2mm, abbiamo un movimento meccanico automatico con scappamento coassiale, vetro chiaramente Zaffiro rispetto al vetro in esalite del classico Moonwatch, fondello trasparente dove possiamo ammirare veramente una meccanica che lascia assolutamente a bocca aperta. Il fondello ha questo vetro bombato che permette, praticamente, di essere a filo con la meccanica.


Questo orologio, forse è più bello se ammirato dal fondello che dal quadrante, è veramente una cosa incredibile. Abbiamo qui anche la spirale bilanciere in silicio e, ritornando ad ammirare il quadrante, ritroviamo il fascino dell’Omega Speedmaster Moonwatch, un orologio sul quale si potrebbe parlare per ore e raccontare storie incredibili delle missioni spaziali.


É un orologio che ha permesso, con la sua perfezione tecnica, anche di salvare le vite umane degli astronauti durante la missione Apollo 13. Gli astronauti si trovarono sostanzialmente senza l’ausilio della strumentazione elettronica a causa di una esplosione a bordo, anche un film interpretato da Tom Hanks racconta quell’avventura; e bene, gli astronauti della missione Apollo 13 non poterono scendere sulla superficie lunare e orbitano attorno alla luna, poterono accendere i razzi per quel tempo limitato e precisamente delimitato, non poteva essere né un centesimo di secondo in più, né un centesimo di secondo in meno, altrimenti non avrebbero potuto rientrare nell’atmosfera terrestre.

Quel cronometraggio venne effettuato manualmente con gli Speedmaster di dotazione degli Astronauti, stiamo quindi parlando veramente di un orologio che ha vissuto la storia dell’orologeria, ma la storia con la S maiuscola delle esplorazioni umane, è veramente una leggenda, assolutamente un orologio desiderabile sopra ogni altro.
Guardate la bellezza di questo cronografo, veramente intramontabile.